ANNA SUTOR

DESIGNER

Il design come suggestione di viaggio.
Dallo stile visivo raffinato e ricco, Anna Sutor è architetto, illustratrice e designer dall’incredibile capacità narrativa alimentata da un’incredibile osservazione della realtà frutto sia del proprio vissuto che delle differenti dimensioni culturali che ha conosciuto ed assaporato nel corso del suoi viaggi.
Nata in Italia ma con aspirazioni internazionali, Anna Sutor consegue la laurea in architettura a Venezia per poi spostarsi in Inghilterra – coerentemente con la sua essenza pregna di cosmopolitismo – per frequentare un Master all’Architectural Association a Londra dove successivamente lavora per Norman Foster, architetto e designer britannico tra i principali esponenti dell’architettura high-tech. La sete di viaggio di Anna non si ferma, tant’è che decide di spostarsi in Olanda, a Rotterdam, dove lavora per l’architetto e urbanista olandese Rem Koolhaas, tra i più noti nella scena internazionale.

Anna ritorna poi a Milano – dove attualmente vive e lavora tra architettura, illustrazione e film making – per collaborare con diverse case editrici come illustratrice dedicandosi particolarmente al disegno della città nei suoi molteplici aspetti, sfaccettature di una Milano che corre sotto lo sguardo di chi l’attraversa. Ne risulta un’interpretazione attenta e personale della città che mette in risalto i dettagli e le atmosfere che spesso sfuggono agli sguardi distratti dei passanti.
Le città dove Anna ha vissuto e lavorato non terminano qui: Parigi, Rio de Janeiro e San Paolo si aggiungono a Venezia, Londra e Milano per donare ad Anna e alla sua visione creativa suggestioni ed atmosfere multiculturali che si traspongono nelle sue immagini nitide, sinuose e al tempo stesso graffianti.
I disegni della designer appaiono in svariate vesti su giornali, riviste, libri; ma anche su ceramiche, carte da parati e mobili in progetti che riflettono il carattere internazionali di Anna investendo Europa, Stati Uniti e Brasile

Anche i riconoscimenti sono innumerevoli: il suo lavoro è stato premiato dalla American Society of Illustrators e dalla Associazione Illustratori Italiani; inoltre la rivista Creative Quarterly la inserisce tra i New visual artists of 2012.
Tra i clienti di Anna si annoverano Mondadori, RCS, Rusconi, Hachette, Cairo editore, Zanichelli, Saatchi & Saatchi, Triennale Milano, Toyota, Sanpellegrino.
I progetti di Anna esplorano ogni livello di concezione dello spazio, dalla pura composizione architettonica al design di una stanza e dei suoi arredi; ogni superficie – che sia essa parete, tavolo, soffitto, pavimento o tappeto – viene trattata con cura ed attenzione. Il design di pattern o di scene fantastiche si applica a carte da parati, mobili, pavimenti senza limitazioni, purché lo spazio si arricchisca di dettagli ed impressioni.

Per Extroverso, Anna Sutor ha creato la collezione Close Up e gli oggetti d’arredo Oltre il paesaggio e SUTOR Lamp.